il mio primo computer

La mia passione è sempre stato il computer; a dodici anni ho avuto il mio primo storico Commodore 64. Gia' da allora cercavo di fare programmini aiutandomi con riviste del settore. In primo liceo ho fatto un corso con un mio professore.
Chiaramente dopo la maturita' la mia scelta era scontata.....io avevo il "pallino" dell'informatica e quindi volevo andare a Pisa, ma proprio quell'anno, 1989, aprirono a Roma la facolta' di Scienze dell'Informazione a numero chiuso.
Non sto a raccontare le peripezie per farmi sostenere il test di ammissione dato che ho difficolta' di linguaggio e non scrivo a penna.
Quell'anno eravamo cerca 1.300 persone a fare i test per soli 250 posti ma,il giorno in cui andai a vedere l'esito dei test,fui molto contento di scoprire di essere arrivato 82esimo.
Chiaramente i primi due anni ho avuto molte difficolta' dovute a professori a volte impreparati, a volte cretini (permettetemelo!) e pieni di preconcetti per la mia disabilita'. Abbiamo superato il biennio in,al massimo, una trentina di ragazzi.
A quel punto, i professori ci conoscevano uno a uno, mia madre compresa, sì, perché la mia mammetta ha frequentato l'universita' insieme a me ed era lei che faceva da tramite tra me, i miei colleghi e i professori....la conoscevano tutti! In quattro anni ho terminato gli esami e un anno ci è voluto per la tesi.
Dal momento della mia laurea sono stato contattato da molte aziende che, pur giudicando il mio curriculum buono, appena venivano a conoscenza della mia disabilita', mi liquidavano. Anche se ci ho messo un bel po' di anni, e' solo dal 2009 che lavoro in modalità di telelavoro con un'azienda di Roma.

home studi curriculum lavoro contatti scrivi